Valentina Pistis: “Gli Invisibili della questione Rockwool e l’occupazione della Miniera di Monteponi”

10151587_10202531745327812_446916428_nDa oramai quattro lunghi, lunghissimi mesi gli Invisibili della Questione Rockwool occupano una miniera fredda e buia.
I tredici i lavoratori della fabbrica di lana di roccia, chiusa dal 2010, senza prospettive e da quattro anni in attesa di un cenno dalle istituzioni, nella notte tra il 9 e il 10 gennaio di quest’anno, hanno deciso di iniziare una lotta, aiutati solo dalle loro famiglie e da un piccolo sindacato.
Da allora molte, troppe promesse, anche elettorali, ma nessuna soluzione all’orizzonte.
Aiutarli, dare voce alla loro protesta è un dovere morale, un impegno civico. Nessuno può fare finta che in quella galleria non si stia consumando un dramma.
Sgomenta il disinteresse e persino il cinismo mostrato da chi era candidato alle ultime elezioni regionali e aveva l’impellente esigenza di voti o passerelle mediatiche. Hanno dimenticato i volti e le sofferenze di quelle famiglie.
Senza dimenticare quelli che una volta erano considerati i sindacati maggiormente rappresentativi dei lavoratori. In virtù di quell’avverbio venivano loro riconosciuti poteri, come ad esempio di designare i rappresentanti dei lavoratori in organi collegiali (ad esempio nel consiglio nazionale dell’economia e del lavoro) e norme, come ad esempio la legittimazione a stipulare contratti collettivi.
Oggi, diventati partiti politici, si curano poco dei lavoratori e molto di altre cose.
Per quanto mi riguarda è un dovere essere solidali. Dietro quelle maschere, dentro quella miniera ci sono uomini, fuori le loro famiglie che aspettano da mesi di poterli riabbracciare.
Io sono e resto al loro fianco.
#iostocongliinvisibili

Valentina Pistis – Capogruppo in Consiglio Comunale di Cas@ Iglesias

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it