Loredana Secci: “La mia scelta per Tortolì”

Lore-Tortolì-ArbataxLa Lista Civica Obiettivo Uno ritiene fondamentale che l’Amministrazione debba essere aperta e trasparente, vicina alla cittadinanza, dando massima pubblicità degli atti, specie quelli relativi ad impegni di spesa. Gli amministratori opereranno come rappresentanti autentici dei cittadini che agiscono nell’attività di gestione della cosa pubblica come “buoni padri di famiglia”. L’azione di governo deve essere improntata ad un alto senso di responsabilità, che unisca il rigore nell’amministrazione delle risorse pubbliche ad una concreta attenzione ai bisogni dei cittadini non considerati come semplici contribuenti. Al di là della divisione dei compiti all’interno della Giunta, ogni decisione che coinvolga la cittadinanza sarà basata sullo spirito di collegialità, nel rispetto del programma e dei principi generali che lo ispirano. Io ritengo di primaria importanza il mantenimento del contatto con la cittadinanza durante l’esercizio della sua azione amministrativa, pertanto sarà prevista l’istituzione di comitati di quartiere che si facciano portavoce delle istanze dei relativi abitanti, al fine di poter gestire in modo rapido e funzionale eventuali disservizi o altre situazioni di disagio che dovessero verificarsi nel territorio comunale. Gli obiettivi da me perseguiti si devono ispirare ai seguenti principi generali: A) Valorizzazione e rispetto di ogni singolo concittadino e assistenza delle fasce deboli della popolazione; B) Sostegno all’occupazione\lavoro e alla produzione locale di beni e servizi; C) Garanzia di una corretta erogazione dei servizi minimi essenziali; D) Trasparenza, legalità e rigore di esercizio; E) Collegialità e condivisione di scelte nell’azione amministrativa. In considerazione della crisi economica che colpisce drammaticamente tanti concittadini, il primo passo della nuova Giunta sarà necessariamente rivolto a provvedimenti finalizzati ad attenuare le conseguenze dell’attuale congiuntura economica sulle fasce più deboli della popolazione e a garantire a tutti il diritto di condurre un dignitoso livello di vita attraverso il potenziamento dei sussidi economici mirati, dei centri di aggregazione sociale e di sgravi mensa per categorie svantaggiate: disoccupati, genitori single, etc.; Inoltre, la vivibilità della città deve essere garantita attraverso un’accorta programmazione dei lavori pubblici finalizzati alla cura del patrimonio comunale, al miglioramento della pulizia e del decoro della città, con particolare attenzione alla tutela dell’ambiente e dei litorali, la vera industria cittadina. Per lo sviluppo tortoliese, I punti di intervento previsti sono i seguenti:
a) industria :
• riordino delle funzioni principali e delle attività produttive all’interno delle aree portuali e aree adiacenti;
• costituzione Comitato paritetico tra cittadini arbataxini, amministratori e responsabili Intermare per studiare la possibilità e considerare i costi di una riorganizzazione degli spazi adiacenti ad Arbatax; • parziale riconversione a servizio delle aree del consorzio industriale più adiacenti all’abitato o comunque inutilizzate dopo accurata analisi di marketing;
• prosecuzione realizzazione punto franco secondo normativa in vigore;
• infrastrutture di base aree consorzio industriale;
• acquisizione patrimonio comunale aree ex cartiera e Consorzio Industriale;
b) pesca:

  • favorire la ristrutturazione del comparto con azioni coordinate con associazioni e cooperative esistenti nel territorio;
  • coinvolgimento dei gruppi associati nella programmazione delle aree portuali e aree adiacenti;
  • coinvolgimento in fase di programmazione del nuovo piano regolatore portuale;
  • coordinare azioni a tutela dei pescatori per i danni causati dai delfini (rimborsi).

c) turismo:

  • partecipazione congiunta promozione;
  • riforma normativa di competenza comunale (Puc, Pul, Sic) per acconsentire la ristrutturazione e il recupero delle aziende turistiche;
  • sito web turistico;
  • tutela categoria con Abbanoa;
  • rappresentanza su gestione turistica aeroporto;
  • pressione su organi competenti per potenziare i collegamenti navali;
  • creazione strutture di primaria accoglienza per i turisti in partenza ed in arrivo dal Porto di Arbatax (pensiline, servizi igienici etc..);
  • creazione immediata di collegamenti da e per il Porto di Arbatax in costanza dell’arrivo e partenza delle navi;
  • adottare azioni di coordinamento con Enti sovraordinati, incluso un nuovo assetto normativo comunale, per favorire l’insediamento di nuove attività turistiche anche sulla costa e il riordino e lo sviluppo di quelle esistenti.

d) agricoltura:

  • incoraggiamento mantenimento produzione e nuove installazioni di impianti frutteti con sgravi e incentivi di premialità cubature tecnologiche e di servizio
  • recupero funzione Ortofrutticola
  • mantenimento minimo della viabilità campestre in collaborazione col Consorzio di Bonifica, accedendo ai bandi comunitari attualmente in vigore
  •  norme edilizie chiare per tutto l’agro (tipo di recinzione, fondo minimo, tipologia edilizia etc. etc.) e) commercio:
  •  rafforzare rapporto di collaborazione con associazioni rappresentative (Centro commerciale naturale, Sindacati di categoria)
  • rivisitazione condivisa del Piano commerciale
  • contributi o sgravi su nuove attività centri storici
  •  potenziamento e coordinamento attività estive

Loredana Secci, 33 anni, Avvocato dal 2008, con studio a Tortolì Arbatax, segretario territoriale Riformatori Ogliastra, Candidata consigliere nella Lista n. 3 Obiettivo uno Tortolì Arbatax – Massimo Cannas Sindaco

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it