Angelo Tolu: “Tutti siamo utili nessuno è indispensabile”

Angelo ToluHo pensato diverse volte al giorno in cui sarebbe arrivato il momento di “staccare la spina” e al modo in cui mi sarebbe piaciuto farlo. Una riflessione frutto di diverse considerazioni con un unico comune denominatore: tutti siamo utili nessuno è indispensabile.
10 anni sono trascorsi da quando ho deciso di mettere a disposizione parte del mio tempo per dedicarmi a Pula, il paese dove sono cresciuto e dove stanno crescendo le mie figlie, il luogo dove ho condiviso i momenti più importanti della mia vita e dove ho deciso di continuare a vivere. Ricordo che all’epoca il Comune di Pula aveva subito l’onta del commissariamento per l’anticipato scioglimento del consiglio comunale a seguito delle dimissioni di gran parte dell’allora maggioranza. Quell’esperienza è stata l’inizio di un periodo di grande impegno per restituire un’immagine dignitosa a Pula che in quel momento era stata duramente segnata dalle vicende che molti ancora oggi ricordano. Un impegno assunto con la consapevolezza della temporaneità del ruolo prendendo atto del momento in cui sarebbe stato necessario fare un passo indietro. Sono stato orgoglioso di avere rappresentato per 10 anni il mio comune, di essere stato l’Assessore al Turismo di Pula, uno dei comuni più importanti della Sardegna, molto apprezzato e ammirato, in particolare modo dagli “esterni” che evidentemente sono privi di quella atteggiamento eccessivamente critico che invece caratterizza i suoi cittadini. Esperienza che mi ha consentito di ricoprire un importante ruolo all’interno dell’ufficio di gabinetto dell’Assessorato Regionale del Turismo che porterò sempre con me come importante bagaglio politico e professionale.
Ho rappresentato Pula nelle più importanti e prestigiose manifestazioni fieristiche turistiche europee, ho rappresentato per 2 anni consecutivi Pula all’Unesco di Parigi, creato il marchio territoriale di Pula e tutta l’immagine coordinata del territorio, cartellonistica e segnaletica turistica inclusa, creato la piattaforma social Visit Pula insieme al portale turistico e l’infopoint, ideato il Nora Jazz Festival, fondato il Consorzio turistico Costiera Sulcitana, fondato insieme ai più importanti comuni turistici del sud sardegna la rete South-Sardinia che ha avuto il prestigioso riconoscimento di destinazione turistica sostenibile dal GSCT, questi e altri sono il contributo che ho avuto l’onore di portare alla destinazione turistica Pula, tralascio per ragioni di spazio i numerosi artisti di caratura nazionale ed internazionale che si sono esibiti nell’ambito di Pula Dimensione Estate che ho gestito salvo alcune parentesi dal 1995 (come Presidente della Pro Loco) fino al 2011.
Sono stati anni intensi, difficili, ma sempre con il senso di responsabilità e con il coraggio delle decisioni prese che da sempre ha contraddistinto il mio percorso, con coerenza e serietà. E’ con la stessa coerenza e serietà che ho deciso di cedere il passo, per dare la possibilità a tutti quelli che in questi anni sono stati alla finestra, molto a giudicare poco a costruire, di dimostrare la loro capacità e il loro senso civico. E’ anche il momento di bilanci di questa esperienza amministrativa. Ho profuso il massimo impegno che era nelle mie possibilità e ho sempre agito con la determinazione che le scelte che ho preso sono state nell’interesse generale. Non sempre è stato raggiunto l’obiettivo di soddisfare tutte le attese ma sono consapevole del fatto che lasciamo un comune in buono stato, con un bilancio in ordine e con una contenuta pressione fiscale sui tributi locali che non ha riscontri in altri comuni analoghi. Il desiderio di diventare amministratore comunale presuppone preparazione, impegno e dedizione con una buona dose di sacrificio.
Quanti sono consapevoli a cosa va incontro oggi, nelle condizioni in cui si trovano gli enti locali, un’amministrazione che deve affrontare situazioni tecniche e burocratiche difficilmente comprensibili al cittadino medio ma che condizionano molte scelte ?
Questa situazione, molto simile a un’economia di guerra, fa da sfondo alle scelte di chi è chiamato ad amministrare un Comune. Oggettivamente, può risultare alquanto impegnativo gestire la riduzione delle entrate dovute a tributi cancellati (ICI per es.), al taglio brutale dei trasferimenti dallo stato e, al contempo, garantire e mantenere ai cittadini e alle famiglie un livello dei servizi accettabile ed è tanto più difficile in presenza di un costante aumento delle “sofferenze” sociali che anche il nostro comune sta affrontando. La responsabilità cui sono chiamati a rispondere i futuri amministratori comunali di Pula non è delle più facili, come cittadino mi auguro che chi uscirà vincitore dalle urne sia la migliore squadra possibile per affrontare questo difficile momento per i comuni, che sono quelli in prima linea e che sono la prima interfaccia dello stato nei confronti del cittadino. Da parte mia, sono sicuro che un buon cittadino possa essere utile anche senza occupare ruoli di primo piano o impegni diretti ed è quello che mi appresterò a fare nei prossimi mesi.

Angelo Tolu
Assessore al Turismo del Comune di Pula

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it