Antonio Scampuddu: “I Riformatori abbiano il coraggio della Rivoluzione!”

AntonioDopo la riunione di Oristano….vogliamo essere un partito rivoluzionario?
Da Sindaco di un piccolo Comune come quello di Luogosanto (1900 abitanti) che ogni giorno con i tagli del Governo, con i blocchi della Regione, con tutta la burocrazia che ingessa i processi, anche i più banali e semplici e quindi deve inventarsi come mantenere i servizi essenziali, come dare risposte a Chi non riesce più ad avere le risorse per auto-sostenersi è un passo obbligato e forse scontato!
Però perché il partito dei Riformatori Sardi diventi rivoluzionario, nel senso che cominci a rivoluzionare gli argomenti, ad essere provocatorio, a scendere in mezzo alla gente, a parlare con la gente dei problemi della gente, bisogna AVERE CORAGGIO!
Bisogna avere il coraggio di abbandonare i vecchi schemi della politica, i luoghi comuni, la filosofia, il politichese nel parlare….e passare agli argomenti concreti…
Bisogna avere il coraggio di prendere in mano argomenti scottanti come il gasdotto “GALSI” e vedere quale è l’effettivo beneficio per la nostra terra. Magari così facendo capiremo che il più grande beneficio (cosiddetto interesse strategico) è per Altri e forse potremmo sederci ad un tavolo di trattativa con il Governo nazionale per trattare partite importanti come la continuità territoriale vera, oppure il riconoscimento della circoscrizione unica per le prossime elezioni europee, oppure ancora il riconoscimento di ingenti risorse per le infrastrutture che continuano ad essere carenti.
Bisogna avere il coraggio di parlare dell’abolizione di uno dei due livelli di valutazione paesaggistica, magari quello Nazionale (Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici), ricordandoci che noi Sardi abbiamo un Ufficio Tutela del Paesaggio Regionale e che la nostra Isola ha un suo Statuto “Speciale”. Oggi questa “anomalia” ingessa e rallenta paurosamente tutte le idee si sviluppo ed allontana imprenditori seri e preparati che vorrebbero fare economia sul nostro Territorio.
Bisogna avere il coraggio di dire che dobbiamo lavorare su UNA E UNA SOLA idea di sviluppo che per le nostre peculiarità non può non riguardare il TURISMO e quindi tutte le azioni devono convergere verso questa idea e pertanto si devono immediatamente convertire i comparti economici dell’industria della chimica, dell’alluminio che vanno in netto contrasto con il settore che potrebbe essere trainante per l’economia isolana.
Bisogna avere questo coraggio! Andare in mezzo alla gente, tanta gente di varia estrazione e non fare Congressi per pochi!
ALLORA RIFORMATORI SARDI….ABBIAMO IL CORAGGIO DELLA RIVOLUZIONE!

Antonio Scampuddu
Sindaco di Luogosanto

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it