Germana Cocco: “21 Marzo equinozio di Primavera”

CoccoIl 21 marzo astronomicamente è il giorno dell’equinozio di Primavera e la Natura rinasce trasmettendo un senso di profonda armonia. Non è certo un caso, dunque, se questa data è stata scelta per celebrare la Giornata Internazionale dell’antirazzismo.
In un momento storico così drammatico, di crisi economica e occupazionale e di forte demoralizzazione sociale, è facile, presi dallo sconforto e dalla rabbia, ritrovarsi istintivamente a pensare: “non voglio che ci siano più parcheggiatori abusivi, negozi cinesi, ristoranti stranieri, clandestini protetti da leggi speciali mentre noi veniamo tassati e tartassati”. Fortunatamente queste, molto spesso, sono solo parole dettate dalla disperazione della gente che, data l’attuale incertezza esistenziale, probabilmente pronuncerebbe anche nei confronti di un connazionale, di un concittadino, di un vicino di casa, se quest’ultimo gli portasse via l’ultima speranza di dignità: il lavoro.
Ecco quindi che oggi a creare intolleranza non è la diversità di colore della pelle o la paura di aprirsi a culture differenti, ma la mancanza del lavoro e, come recita l’art. 1 della Costituzione Italiana, il nostro Stato è una Repubblica Democratica fondata sul lavoro. Un argomento, questo, che in qualità di Amministratore Comunale e di Assessore mi addolora profondamente perché, di fronte alla disperazione che attanaglia le famiglie ridotte alla fame e all’indigenza, fa provare una sensazione di impotenza e di frustrazione. E il cittadino, privato della propria dignità, si chiede istintivamente: “Dove è lo Stato?” e “Dove è finita la costituzionalità?”; ma se sono riusciti i nostri avi a risollevarsi da condizioni peggiori, causate dalle grandi guerre, perché non dovremmo riuscirvi noi, dati anche i mezzi ben più avanzati a nostra disposizione? Ed è proprio rivolgendo il pensiero alle grandi emigrazioni dei sardi e degli italiani che ci hanno preceduto che ritorna prepotentemente alla ribalta la questione dell’antirazzismo. Essi scappavano all’estero per la fame o, in ogni caso, in cerca di un lavoro e di una vita migliore. Spesso questi sono stati maltrattati, discriminati e obbligati a rinnegare la propria identità. Ed è proprio avendo vissuto e vivendo nuovamente queste difficili peregrinazioni in lande lontane, che noi italiani dobbiamo capire il dramma degli stranieri che giungono nella nostra terra e aprirci al dialogo e al rispetto reciproco. Solo partendo da questo dialogo, da questa apertura al confronto con la diversità, potremo ripartire per costruire un mondo più giusto.

Per rendere concreta questa giornata e per farci sentire più vicini agli uomini e alle donne di diversa nazionalità, si è sentita la necessità di esprimere sentimenti di accoglienza anche con i gesti, ed è per questo che l’assessorato alle Pari Opportunità, mi ha portato manifestamente e secondo le indicazioni nazionali, a tingere la cittadina di arancione, colore convenzionale dell’antirazzismo, per dimostrare ancora una volta il valore della vera ospitalità che il sardo ha in cuore ed in modo spiccato il sansperatino, che può vantare come suo paladino e fautore concreto l’illustre concittadino, il M° d’arte Pinuccio Sciola,. Egli infatti, da sempre, attraverso le sue opere si è fatto portavoce nel mondo, riuscendo a contagiare la mentalità’ alla condivisione più’ sincera e facendo si che la nostra sia veramente una cittadina “arancione”. Colore che anche Madre Terra a San Sperate si impegna a ricordarci quasi prepotentemente, mediante l’opera dell’uomo stesso nella sua vocazione agricola, riproponendolo annualmente con lo spettacolo di farci vedere gli agrumi nella stagione invernale e le pesche in quella estiva, presentandoli nelle rigogliose coltivazioni ed esponendoli per la vendita nel centro abitato, in tal modo senza darci scampo!

Germana Cocco
Assessore ai Servizi Sociali ,alle Pari Opportunità ,alla
Sanità , alla Pubblica Istruzione e alle Risorse Umane,
del Comune di San Sperate.

Un commento su “Germana Cocco: “21 Marzo equinozio di Primavera””

  1. Franco Cocco

    Auguri Germana:
    per il lavoro nuovo e le tue idee

    un abbraccio dsa Franco Cocco

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it