Province, Cossa (Riformatori): “Le province sono morte. I commissari e i presidenti in carica hanno la funzione di liquidarle. La legge è estremamente chiara: chi non la rispetta se ne assume la responsabilità”

CAGLIARI 27/02/2014. “I commissari delle Province non sono stati nominati per fare i presidenti delle Province: i sardi con i referendum hanno abolito le Province nuove e il Consiglio regionale ha deciso di mandare in soffitta anche quelle vecchie. I commissari sono in tutto e per tutto dei liquidatori, che devono limitarsi all’ordinaria amministrazione e a predisporre gli atti necessari allo scioglimento. Le stesse funzioni hanno i presidenti delle province di Sassari, Nuoro e Oristano, mantenuti in carica con obiettivi ben precisi e stabiliti dalla legge. Su questo il presidente uscente Cappellacci e il presidente eletto Pigliaru devono essere inflessibili”. Lo dice il coordinatore regionale dei Riformatori sardi, Michele Cossa.

“Per questo motivo – dice ancora Cossa – è più urgente che mai approvare la legge di riordino degli enti locali che di fatto supera il sistema delle Province, trasferendo i poteri e le risorse ai Comuni. La pavidità e l’accidia del consiglio uscente hanno impedito di avviare il trasferimento delle competenze, ma nessuno si sogni di calpestare in modo più o meno strisciante la volontà popolare. Non sono tollerabili dilazioni di alcun tipo”.


Ufficio stampa Riformatori sardi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it