Riformatori taglio tasse sulla benzina: chi non combatte con noi è nemico dei sardi!

CAGLIARI 12/02/2014. “102.000 sardi hanno firmato per dare forza alla battaglia dei sardi per recuperare i soldi delle tasse della benzina. Sono soldi nostri, che ci spettano perché chi inquina in Sardegna, quanto meno ci deve questo risarcimento! Non lo dicono soltanto i Riformatori: lo dice la modifica del nostro Statuto, introdotta nel 2006, lo ha detto recentissimamente la legge Finanziaria regionale per il 2014, approvata all’unanimità dal consiglio regionale. Ma, si sa, la Sardegna e’ terra di invidie e di gelosie per cui non stupisce che, quel che resta del partito di Di Pietro, ormai cancellato dagli elettori, si schieri tra i nemici dei sardi e neghi il nostro diritto, pur di conquistare due righe sui giornali”. Lo sottolinea il coordinamento regionale de Riformatori sardi.
“Lo sappiamo bene: riporteremo in Sardegna i soldi delle tasse sulla benzina soltanto se, tutti insieme, senza divisioni di parte politica, combatteremo a Roma, con la legge dalla nostra parte.
E’ per questo che, con noi Riformatori, vogliamo tutti i sardi di buona volontà, con le maniche rimboccate, pronti a lavorare per cambiare. Per i rivoluzionari di Facebook, che si lamentano sempre e non fanno mai niente per cambiare, sono pronti gli sconfitti del partito di Di Pietro, veri nemici dei sardi e della Sardegna!”.

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it