Franco Cuccureddu: “Ripartire dal turismo e dare più potere ai comuni”

Franco Cuccureddu, 48 anni, laureato in Giurisprudenza, è stato sindaco di Castelsardo dal 2000 al 2010. Consigliere regionale uscente, ora è candidato nel collegio di Sassari. Nel corso del suo mandato ha presentato diverse proposte di legge sui temi del turismo, dell’artigianato, della nautica e degli enti locali. È presidente del consorzio “Rete porti Sardegna”, il principale consorzio turistico dell’Isola dopo la Costa Smeralda.

Di cosa ha bisogno la Sardegna per ripartire?
Il mio obiettivo è portare avanti una riforma dell’attuale modello economico, trasformando la Sardegna da regione assistita a regione produttiva. Questo si può ottenere solo puntando sul turismo, come fanno le principali isole del mondo, anche con risorse paesaggistiche e culturali molto inferiori alle nostre. È assurdo che il turismo contribuisca al PIL sardo solo per l’8 per cento.

Come è possibile far crescere questa percentuale?
È essenziale una riforma dei settori turistico, nautico e alberghiero, ci vuole un nuovo modo di pensare all’ospitalità e alla ricettività. Questi temi sono il fulcro di una proposta di legge di cui sono primo firmatario, già approvata all’unanimità dalla Commissione Turismo e Industria. Il turismo deve diventare il motore trainante dell’economia sarda, e per ottenere questo risultato la zona franca può essere un utile strumento.

Quali sono gli altri punti del suo programma?
Principalmente il lavoro, che dipenderà appunto dalla ripartenza in chiave turistica di cui parlavo. E poi la modernizzazione della Sardegna, che può avvenire riformando i poteri pubblici e avvicinando i cittadini alla politica. La Regione dovrebbe avere al massimo mille dipendenti. Occorre invece dare maggiore rappresentanza agli enti locali, anche con l’introduzione della e-democracy. I Comuni dovrebbero avere un nuovo ruolo e una maggiore importanza.

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it