Taglio del costo della benzina, la battaglia dei Riformatori va avanti

Taglio del costo della benzina, la battaglia dei Riformatori va avanti: raccolte quasi 50mila firme. Costituiti comitati anche a Nuoro e nel Medio Campidano
Si firma oggi, domani e lunedì in tantissime piazze della Sardegna

CAGLIARI 16/11/2013.  La battaglia per il taglio del costo della benzina va avanti. I Riformatori sardi, che affiancano il comitato anti accise, oggi, domani e lunedì sono presenti in tantissime piazze della Sardegna. E la raccolta firme è un successo: sono già 48mila i sardi che hanno aderito alla petizione che chiede il taglio del costo del carburante e una rivisitazione dell’articolo 8 dello Statuto. Ieri, inoltre, sono stati costituiti i comitati anche a Nuoro e nel Medio Campidano.

In realtà, come hanno spiegato i Riformatori nei giorni scorsi, la Giunta regionale può intervenire in Finanziaria con la presentazione di un emendamento, sollecitato dal gruppo, per inserire già in Bilancio il  miliardo e 628 milioni che lo Stato deve alla Sardegna proprio per le imposte di fabbricazione maturate in Sardegna.  In questo modo, hanno detto il coordinatore regionale Michele Cossa, il capogruppo Attilio Dedoni, vice capogruppo Franco Meloni e il presidente della commissione Bilancio del Consiglio regionale Pietrino Fois, e il consigliere regionale Franco Sergio Pisano, “è possibile immediatamente destinare un miliardo per il taglio del costo della benzina e 628 milioni per il lavoro”.

Del resto l’articolo 2 della proposta di legge presentata dai Riformatori propone che vengano concesse delle agevolazioni tariffarie-fiscali a favore dei cittadini residenti e delle imprese operanti nel territorio regionale sui prodotti petroliferi immessi al consumo nel territorio della Regione Sardegna. In sostanza le accise sono ridotte del 50 per cento per carburanti e combustibili  da riscaldamento consumati in Sardegna, mentre i prodotti petroliferi posti in vendita nel territorio della Regione e utilizzati per gli impieghi delle imprese industriali, agricole ed artigiane negli stabilimenti e sedi situati nel territorio della Regione, e comunque in luoghi diversi dalle abitazioni, sono esenti da ogni imposta erariale.

Oggi si firma a:

Monserrato dalle 9.00 alle 13.00 Mercatino Piazza Gennargentu

Oristano dalle 10.00 alle 13.00 Piazza Roma

Dolianova dalle 9.00 alle 13 fronte Ufficio Postale Via E. Lussu

Cagliari dalle 9.30 alle 13 Via Cocco Ortu angolo Via Pacinotti

Cagliari dalle 16.30 alle 19.30 Via Dante fronte Coin

Assemini Via Carmine dalle 9.30 alle 13.00

Domani si firma a:

San Gavino dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00 Sagra dello Zafferano Piazza Marconi

Dolianova dalle 9.00 alle 13.00 Piazza Lavoratori

Lunedì si firma a:

Cagliari dalle ore 9.30 alle 13.00 Via Dante Fronte Coin

Cagliari Dalle 16.30 alle 20 Via Dante Fronte Coin

 

Ufficio stampa Riformatori sardi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it