Legge elettorale, giovedi 31, i sardi in piazza a Roma contro il Porcellum e il Porcellinum, mostro a due teste, geneticamente modificato.

La Sardegna che è stata di gran lunga la regione che ha maggiormente contribuito  alle battaglie referendarie aprirà la giornata di manifestazioni contro la porcata nazionale con una propria iniziativa, tutta sarda

CAGLIARI 29/10/2013. A Roma in piazza del Pantheon contro il Porcellum e i Porcellinum geneticamente modificati che in Parlamento qualcuno vorrebbe far passare come nuova legge elettorale. Per questo motivo i Riformatori sardi si mobilitano e giovedì 31 ottobre alle 10 manifesteranno nella Capitale. “La Sardegna – sottolinea il coordinamento regionale del partito – è stata in prima linea nella raccolta delle firme per il referendum contro il Porcellum. Nell’Isola erano state raccolte ben 120mila adesioni delle 800mila di tutto il Paese, vale a dire che il 15 per cento di tutte le firme sono state raccolte proprio qui in Sardegna. Questo sta a significare quanto i sardi siano contrari al Porcellum e vogliano una legge elettorale dove l’elettore possa scegliere chi governerà e chi andrà a rappresentarlo in Parlamento”.

Ecco perché la Sardegna, che è stata di gran lunga la regione che ha maggior contribuito  alle battaglie referendarie, aprirà la giornata di manifestazioni contro la porcata nazionale con una propria iniziativa, tutta sarda. . “Siamo contro il Porcellum e contro i i nuovi Porcellinum di varia natura, veri mostri a due teste, e quindi arrostiremo in Piazza del Pantheon un vero maialetto sardo”, concludono i Riformatori.
Alla manifestazione parteciperanno i rappresentanti dei circoli dei Sardi a Roma.

Ufficio stampa Riformatori sardi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it