In piazza per tagliare il costo della benzina

La battaglia per il taglio del prezzo dei carburanti prosegue e si rafforza. Oggi grande giornata di mobilitazione in oltre settanta piazze della Sardegna. Da Cagliari a Sassari, da Nuoro a Oristano, da Quartu a Olbia e Arzachena, passando per Iglesias, Carbonia e Tortolì, non c’è stato territorio della Sardegna in cui non si potesse firmare firmare la petizione che chiede al Consiglio regionale di varare la proposta di legge nazionale, presentata dai Riformatori sardi, per abbattere il costo delle accise sui carburanti e ridiscutere la questione entrate con riferimento ai denari relativi alle accise pagate sui prodotti petroliferi pagati dalle industrie sarde ma riscossi altrove.

20130928-111644.jpgOggi si è firmato a Cagliari (Via Cocco Ortu angolo Via Pacinotti), Assemini (Via Carmine,61), Sestu (Via Montgolfier, 33), Selargius (Piazza Cellarium), Quartu (Viale Colombo angolo Via San Benedetto), Mandas (Piazza del Ducato), Selegas (fronte ingresso Eurospin), Siurgus Donigala (Piazza Concordia), Dolianova (Piazza dei Lavoratori), Burcei (piazza Is Grifonis) Carbonia (piazzale Leclerc), Gonnesa (piazza Asquer), Villamassargia (piazza Pilar); Domusnovas (lungo la via Cagliari), Carloforte (piazza dei Battellieri), Piscinas (di fronte bar Porcina), San Giovanni Suergiu (lungo via V. Emanuele), Perdaxius (lungo via Cesare Battisti), Iglesias (C.so Matteotti,15), Nuoro (Piazza Italia), Tortoli (Via Monsignor Virgilio), Arzachena (Via Nazionale Loc Cannigione), San Teodoro (Via Sardegna), Sassari (Piazza Italia), Alghero (Piazza Sulis), Ossi (Via Europa ore 18-20), Ozieri (Piazza Garibaldi), San Gavino Monreale (Via Roma), Bosa (piazza Municipio) Mogorella (Piazza Municipio), Masullas (Piazza Municipio), Busachi (Piazza Italia), Simaxis (Via Gramsci,20 C/O Studio Tecnico), Santa Giusta (Piazzetta Monumento ai Caduti), Pau (Piazza Municipio), Laconi (Piazza Comune), Cabras (Piazza Eleonora), Nurachi (Via Eleonora pressi Madonnina), Ghilarza (Via Cagliari,22), Terralba (Via Marceddì), Marrubiu (vicinanze Comune), Suni (Via Venezia), Villa Sant’Antonio (presso Comune), Oristano (Via Canalis,19).

Domani si potrà firmare anche a Pula, Monserrato, Sinnai, Teulada, Muravera, Cardedu, Lanusei, Villacidro, Samugheo, Terralba, Orosei, Dorgali, Olbia, Pozzomaggiore, Ittiri, Porto Torres, Osilo, Thiesi, Banari, Ittireddu, Castelsardo, Pattada, Uri, Chiaramonti, Perfugas, Cossoine, Ploaghe.

5 commenti su “In piazza per tagliare il costo della benzina”

  1. Danilo Secci

    Firmate e sostenete numerosi questa grande iniziattiva dei riformatori,è importantissimo tagliare i costi del carburante!!!

  2. Valentina Farci

    Dobbiamo rimanere uniti,e firmare per ottenere ciò che ci spetta di diritto

  3. Davide Boi

    Io soni andato stamattina a cagliari a firmare,è una cosa importante a cui tutti noi sardi dobbiamo aderire

  4. Stefano

    Una battaglia che sta riscuotendo sempre più successo… grazie ai Riformatori!

  5. Nicola

    A Cagliari ho visto tanta gente interessata a questa proposta, una grande partecipazione!

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it