Benzina a metà prezzo, mobilitazione in 70 città

La battaglia per far consentire ai sardi di pagare i carburanti a metà prezzo cambia decisamente marcia e diventa una iniziativa assolutamente trasversale alla quale aderiscono associazioni movimenti e cittadini dei più diversi orientamenti politici. In queste due prime settimane di lavoro e di impegno l’adesione era stata massiccia e superiore ad ogni previsione. Ma da oggi tutti gli ambiziosi obiettivi che i Riformatori si erano inizialmente posti, di coinvolgimento della pubblica opinione, sembrano a portata di mano. Uno dei fatti che ha dato nuova e straordinaria forza all’iniziativa è stato  l’appoggio dell’Anci Sardegna (l’associazione che raggruppa tutti i Comuni dell’Isola). Dopo l’accordo sottoscritto ieri con l’Anci, infatti, giàprezzo-benzina-accise domani (dalle 10 alle 12) in 71 città ci sarà una straordinaria giornata di mobilitazione popolare in tutta la Sardegna in difesa dei diritti dei sardi, per illustrare i contenuti della petizione dei Riformatori e per raccogliere le firme in suo sostegno. Nel frattempo crescono le adesioni da parte dei sindaci e delle amministrazioni comunali. Arrivano anche i primi impegni delle municipalità  per mettere all’ordine del giorno dei Consigli l’adesione alla petizione.

Così domani si potrà firmare a Cagliari (Via Cocco Ortu angolo Via Pacinotti), Assemini (Via Carmine,61), Sestu (Via Montgolfier, 33), Selargius (Piazza Cellarium), Quartu (Viale Colombo angolo Via San Benedetto), Mandas (Piazza del Ducato), Selegas (fronte ingresso Eurospin), Siurgus Donigala (Piazza Concordia), Dolianova (Piazza dei Lavoratori), Burcei (piazza Is Grifonis) Carbonia (piazzale Leclerc), Gonnesa (piazza Asquer), Villamassargia (piazza Pilar); Domusnovas (lungo la via Cagliari), Carloforte (piazza dei Battellieri), Piscinas (di fronte bar Porcina), San Giovanni Suergiu (lungo via V. Emanuele), Perdaxius (lungo via Cesare Battisti), Iglesias (C.so Matteotti,15), Nuoro (Piazza Italia), Tortoli (Via Monsignor Virgilio), Arzachena (Via Nazionale Loc Cannigione), San Teodoro (Via Sardegna), Sassari (Piazza Italia), Alghero (Piazza Sulis), Ossi (Via Europa ore 18-20), Ozieri (Piazza Garibaldi), San Gavino Monreale (Via Roma), Bosa (piazza Municipio) Mogorella (Piazza Municipio), Masullas (Piazza Municipio), Busachi (Piazza Italia), Simaxis (Via Gramsci,20 C/O Studio Tecnico), Santa Giusta (Piazzetta Monumento ai Caduti), Pau (Piazza Municipio), Laconi (Piazza Comune), Cabras (Piazza Eleonora), Nurachi (Via Eleonora pressi Madonnina), Ghilarza (Via Cagliari,22), Terralba (Via Marceddì), Marrubiu (vicinanze Comune), Suni  (Via Venezia), Villa Sant’Antonio (presso Comune), Oristano (Via Canalis,19).

Domenica si potrà firmare anche a Pula, Monserrato, Sinnai, Teulada, Muravera, Cardedu, Lanusei, Villacidro, Samugheo, Terralba, Orosei, Dorgali, Olbia, Pozzomaggiore, Ittiri, Porto Torres, Osilo, Thiesi, Banari, Ittireddu, Castelsardo, Pattada, Uri, Chiaramonti, Perfugas, Cossoine, Ploaghe.

2 commenti su “Benzina a metà prezzo, mobilitazione in 70 città”

  1. Laura

    Come non essere d’accordo? Il prezzo della benzina sale in continuazione, da anni…

  2. Francesco

    Se siamo riusciti ad abolire le province, possiamo realizzare anche questa grande proposta!

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it