Quirinale, Napolitano eletto re della Repubblica. Ora il governo delle larghe intese

Sabato 20 aprile

Giorgio Napolitano è stato rieletto presidente della Repubblica. Adesso l’Italia

aspetta un governo. E probabilmente le larghe intese per far uscire l’Italia dall’impasse.

ore 9. Sta per iniziare la quinta votazione. Pd e Pdl voteranno scheda bianca. Scelta Civica farà lo stesso. Si cerca un accordo condiviso, mentre Cinque Stelle preferisce restare su Rodotà. Col Pd allo sfascio è difficile trovare ora un intesa.

napolitano

ore 10. Il Partito Democratico si starebbe orientando a chiedere all’attuale Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano la disponibilità per un nuovo mandato. Lo si apprende da fonti Parlamentari. Bersani ha fatto visita al presidente della Repubblica.

ore 11. Trattativa in corso per una pausa delle votazioni per l’elezione del Presidente della Repubblica previste per domani in modo da poter eleggere il nuovo Capo dello Stato lunedì. Per modificare il calendario è però necessaria una decisione della conferenza dei capigruppo, riunione che non è ancora stata convocata. A volere una pausa sarebbe il Pd, mentre Sel sarebbe contraria. L’interruzione dei lavori potrebbe essere motivata dalla necessità di consentire ai parlamentari friulani di votare per le elezioni regionali.

ore 13. Napolitano ha incontrato Bersani, Berlusconi e Monti. Intanto fumata nera alla quinta votazione.

ore 13.10. Il pressing su Napolitano è in atto da ieri sera, questa mattina hanno visto il presidente della Repubblica prima Pier Luigi Bersani, poi Silvio Berlusconi e infine il premier uscente Mario Monti e i vertici della Lega. Al Colle infine si sono recati anche i governatori. Sul tavolo l’ipotesi del Napolitano bis. Un’ipotesi, viene riferito da fonti parlamentari, che potrebbe portare ad un governo del Presidente e ad una legislatura che abbia l’operato dei saggi al centro del programma. Il Pdl avrebbe gia’ detto di si’ e su una prospettiva simile avrebbe aperto anche il Pd. Enrico Letta potrebbe essere il premier delle larghe intese.

ore 15. Il presidente della Repubblica dice sì al reincarico. Pd, Pdl, Lega, Scelta Civica lo voteranno.

ore 15.30. Inizia la sesta votazione.

ore 16. Il gruppo Fratelli d’Italia, dopo aver espresso il proprio sincero apprezzamento per il Presidente Giorgio Napolitano, ha comunque deciso di non votarlo per contestare un percorso che appare finalizzato nei prossimi giorni, alla nascita di un governo che accomuni il centrodestra alla sinistra, con effetti simili al governo Monti.

ore 16.30. “Ci sono momenti decisivi nella storia di una Nazione. Oggi, 20 aprile 2013, è uno di quelli. E’ in atto un colpo di Stato. Pur di impedire un cambiamento sono disposti a tutto. Sono disperati. Hanno deciso di mantenere Napolitano al Quirinale”. Lo scrive Beppe Grillo sul suo blog. Beppe Grillo è diretto a Roma per una manifestazione contro l’elezione di Napolitano.

napolitano-giorgio1ore 18.15. Raggiunto il quorum, Napolitano rieletto presidente

 

Venerdì 19 aprile

ore 9: Il PD informa di non reggere un candidato di conciliazione e di essere costretto a scegliere Prodi. Scelta Civica, dopo aver parlato con PD e PDL, propone e votera’ Anna Maria Cancellieri. Si rischia dunque Presidente PD-M5S, con PDL (se sono intelligenti) e Scelta Civica che votano Cancellieri.

prodiore 9.30 “Ieri c’é stato un incontro tra Scelta civica e Pdl e ci è stato proposto di convergere sulla Cancellieri ed è una valutazione che faremo più tardi”: lo ha detto Maurizio Gasparri del Pdl aggiungendo che l’ipotesi Cancelleri “ci interessa anche per il futuro, per aprire un dialogo con un’area alternativa alla sinistra”.

ore 10 Monti è categorico: “Non è detto che voteremo la Cancellieri dalla quarta votazione. E’ il nostro candidato, ma vogliamo che diventi il candidato di tutti. Faremo una riunione prima della quarta votazione, per valutare la nostra posizione. Intanto invito tutti i parlamentari, di Pdl e Pd, a valutare che sono qui senza vincolo di mandato. E mi aspetto coerenza da chi ha fatto campagna per una donna al Quirinale: noi ne proponiamo una che ha requisiti che altri non hanno, ha vissuto una vita per le regole e in più è donna”.

ore 13.50 Fumata nera anche nella terza votazione per l’elezione del presidente della Repubblica. Le schede bianche sono state 465, Rodotà ha incassato 250 preferenze, Prodi 22. Da questo pomeriggio per eleggere il nuovo Capo dello Stato basteranno 504 Grandi elettori.

ore 15. Indiscrezioni: alla quarta votazione Scelta civica voterà Anna Maria Cancellieri. il Pd Prodi, M5S Rodotà, Pdl e Lega scheda bianca.

ore 15,30. Inizia la quarta votazione.

ore 18.15. Maggioranza 504 voti. Prodi 395, Rodotà 207, Cancellieri 78. A Prodi mancano 100 voti tra quelli previsti (Pd e Sel). Bene Rodotà e Cancellieri entrambi sopra il proprio quorum. Domani alle 10, quinta votazione. L’agonia del Pd accompagna il disastro dell’Italia.

ore 18.50. Napolitano proclamato eletto con 738 voti.

19 commenti su “Quirinale, Napolitano eletto re della Repubblica. Ora il governo delle larghe intese”

  1. francesco cominotti

    Spero che votino la cancellieri e il nome gettonato a parere mio

  2. Saturnino Farci

    Sinceramente spero che Prodi non diventi presidente della reppublica,e stato la rovina dell’italia e penso che non farà niente di buono

  3. Nicola Frau

    Ho letto un articolo sull’unione stamattina,dove l’onorevole Vargiu diceva,che l’italia e la sardegna,aspettano ke necessarie riforme per il rilancio dell’economia,mi sembra che sia l’unico li dentro che pensa a noi cittadini

  4. Alessio Ledda

    Io sono d’accordo con l’onorevole Vargius,e spero che anche gli altri parlamentari mettano un buon di buon senso,non si risolvono i problemi dell’italia votando Valeria Marini,Rocco Siffredi,si risolvono come dice l’onorevole con le riforme

  5. Nicola Mulas

    Noi contiamo sul governo,sui parlamentari,e loro non prendono neanche l’elezione del presidente della reppublica seriamente,votando Valeria marini,e mettendo nomi inventati ma scherziamo!!!

  6. Roberta

    Ottima proposta, non c’è paragone fra lei e Prodi!

  7. Simone

    Una donna valida e decisa, con un curriculum incredibile. Sarebbe una scelta di spessore.

  8. Franco Pau

    Ottimo nome quello della cancellieri,Prodi non deve assolutamente salire alla presidenza,ci troveremo un governo PD e M5S e non so come andremo a finire

  9. Roberto Lussu

    Sono contento che scelta civica abbia scelto come nome quello di Anna Maria Cancellieri,e stato un ottimo ministro durante il governo Monti

  10. Mattia Melis

    Il nome di Prodi e il nome meno gradito come presidente della repubblica,ci ha rovinati quando è stato presidente del consiglio, e ci rovinerà se salisse alla presidenza della Repubblica,d’accordissimo con Scelta Civica

  11. Anna Isola

    Come sempre scelta civica,sceglie nomi di grande rilevanza,e con un curriculum impeccabile,sono d’accordo con la loro scelta,e spero che vada a buon fine

  12. Carlo Angioni

    Ottima decisione quella di scelta civica,spero che la loro decisione vada a buon fine,e che Prodi non diventi mai presidente

  13. anna maria busia

    La scelta di Cancellieri e’ importante sotto diversi punti di vista. Segnale di novita’, nome che potrebbe unire, Donna

  14. Cristian Serra

    Sembra che non ci sia altra soluzione quindi avanti con il Napolitano Bis

  15. Manuela Spanu

    Se questo e l’unico modo per fare un governo noi cittadini accetteremo ,sperando solo che sia um buon governo e non riporti l’italia alo sfascio

  16. Federica Casula

    Speriamo che facciano presto il ghoverno,che prendano presto le decisioni giuste,perche avanti cosi non possiamo andare

  17. silvio frau

    Finalmente e stato eletto il presidente della repubblica,ora si può pensare a far ripartire l’italia

  18. Matteo Sorrentino

    Napolitano ricconfermato presidente della repubblica,ora speriamo che la situazione per noi cittadini migliori,con il nuovo governo

  19. Luca

    Niente da dire sulla figura di Napolitano, ma il modo in cui si è arrivati a questa decisione è emblematico di una classe politica litigiosa e inconcludente, che non sa prendere le decisioni.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it