Umberto Deidda, consigliere comunale a Mandas: innovazione e rinnovamento le chiavi dello sviluppo

I giovani devono trovare nella politica il loro impegno per cambiare. Solo così potremo fare una buona politica e una buona amministrazione. Umberto Deidda, 28 anni, capogruppo a Mandas dei Riformatori sardi, ne è certo: solo con l’innovazione e è il rinnovamento si possono creare le condizioni che consentano all’Isola di uscire dalla crisi.

Ma non pensa che il giovanilismo sia un argomento demagogico?

Non si tratta di giovanilismo e

la questione giovani di certo non può essere affrontata se non si ha anche esperienza. Ma di sicuro i giovani possono trovare nei partiti, facendo politica, quel mezzo che consenta loro di portare avanti le istanze, i progetti e le idee.

No all’antipolitica, dunque?

Assolutamente un netto no. Dalle piazze e le strade bisogna passare ai luoghi istituzionali. È necessario fare un salto di qualità per evitare che la protesta sia fine a se stessa e produca frutti. I giovani devono fare politica, devo e possono influenzare gli eventi.

La disoccupazione avanza, come affrontare la situazione?

Beh, credo che la chiave sia l’innovazione. Se non ci innoviamo, se nn innoviamo i nostri processi produttivi, non riusciremo a stare al passo coi tempi e non potremo mai prendere in orari il treno dello sviluppo e della ripresa economica. Da qui dobbiamo ripartire.

E da qui passa l’impegno dei Riformatori sardi.

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it