MATRICA: LA CHIMICA E’ DAVVERO VERDE?

1200 milioni di euro.  Tra bonifiche ed investimenti è questo il complessivo ammontare dell’intervento perla

“Chimica Verde” che dovrebbe cambiare la faccia del polo industriale di Portotorres.

Ma non soltanto Portotorres: la filiera agro-industriale che è una delle colonne portanti del progetto dovrebbe essere in grado di dare prospettive di sviluppo anche all’intero comparto agricolo del nord Sardegna.

Insomma, MATRICA è stata presentata come il primo, vero tentativo di riconversione di un sito industriale sardo, all’insegna della biosostenibilità e della ecocompatibilità.

MATRICA sembra quasi voler idealmente tracciare la strada maestra di una nuova scommessa industriale

per la Sardegna, in netta discontinuità con le scelte del passato, che hanno consumato territorio, senza creare sinergie con i tradizionali settori trainanti della economia sarda.

Ma è davvero così?

Davvero il progetto ENI- NOVAMONT rappresenta una scelta innovativa che può contribuire ad indicare il percorso virtuoso del cambiamento del modello di crescita della nostra isola?

I Riformatori se lo sono chiesti in una affollata conferenza stampa “aperta” che si è tenuta venerdì 23 novembre, in piazza Italia, a Sassari.

E’ stata l’occasione per ribadire il nostro vivo apprezzamento e la piena condivisione degli obiettivi dichiarati di MATRICA, ma anche il momento pubblico per dare spazio alle voci critiche e alle perplessità suscitate dal progetto.

Insieme a Michele Solinas, coordinatore provinciale dei Riformatori sassaresi e ai consiglieri regionali Pietrino Fois ePierpaolo Vargiu, c’è stato dunque spazio per l’intervento dell’Ordine dei Medici di Sassari, dell’ISDE e dei rappresentanti della Facoltà di Agraria, che hanno posto al mondo politico numerosi interrogativi su MATRICA.

In particolare, è stata posta in discussione l’apparente sovradimensionamento della centrale elettrica programmata, i

possibili rischi ambientali legati all’utilizzo delle biomasse necessarie ad alimentarla e la carenza di approfondimento scientifico e di animazione nella filiera agricola destinata alla produzione delle biomasse.

Le criticità denunciate sono state tutte dettagliate in una mozione che il Gruppo consiliare regionale dei Riformatori ha presentato per la discussione in Aula, chiedendo al Presidente Cappellacci di riferire al più presto in Consiglio per dare ogni possibile chiarimento ed informazione, indispensabili per fugare qualsiasi dubbio e illuminare le zone d’ombra.

Sarebbe infatti un danno gravissimo per tutti se il progetto venisse avvolto da banchi di nebbia che gli rendono più difficile l’approdo in porto.

Non possiamo permetterci errori: MATRICA è troppo importante per Portotorres e il sassarese, ma anche per la definizione di una nuova strategia di sviluppo dell’intera Sardegna.

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it