Riforma elettorale, ok alla legge sulla parità di genere "L'Isola non resti al palo"

“La doppia preferenza di genere è legge nazionale, così come la parità nelle liste elettorali. Adesso tocca a noi, tocca alla Sardegna non restare ancorata al Medioevo e dare pari possibilità a donne e uomini di entrare nelle liste e di essere eletti”. Lo dice il Movimento Donne dei Riformatori sardi

Cambialamente, commentando il via libera definitivo alla Camera della legge che assicura il riequilibrio per una pari opportunità di genere in consigli e giunte degli enti locali, nei consigli regionali e nelle commissioni di concorsi pubblici.

“Il testo prevede, tra l’altro, la decadenza delle liste che non rispettano le quote rosa oltre che la ‘par condicio rosa’ per le presenze in tv in campagna elettorale, spiegano le promotrici di Cambialamente ricordando che “la proposta è molto simile a quella che noi abbiamo presentato e offerto ai consiglieri regionali sardi. La legge approvata andrà applicata dalle prossime elezioni. Prevede che nelle liste dei candidati alle comunali nessuno dei due sessi possa essere rappresentato in misura superiore ai due terzi. E che, qualora non sia così, la lista venga ridotta cancellando i nomi dei candidati appartenenti al genere più rappresentato. In caso di violazione di questo principio, la lista decade. C’è poi la possibilità di esprimere due preferenze, invece che una, per i candidati a consigliere comunale, a patto che si tratti

di un uomo e di una donna. In caso contrario, si annulla la seconda preferenza.

Adesso, concludono le donne del movimento, “la Sardegna non può restare al palo. Bisogna agire subito. Il Consiglio regionale faccia quello che deve e approvi immediatamente la norma sulla legge elettorale. Vale la pena ricordare che la Costituzione pone un obbligo giuridico di indiscutibile ed indubbia portata, secondo il quale le leggi regionali debbono rimuovere ogni ostacolo che impedisca la piena parità fra uomini e donne nella vita sociale, culturale ed economica, e promuovono la parità di accesso tra donne e uomini alle cariche elettive”.

Un commento su “Riforma elettorale, ok alla legge sulla parità di genere "L'Isola non resti al palo"”

  1. Roberta

    Un grande risultato, Cambialamente continuerà a tenere alta l’attenzione su questo tema, fino all’approvazione definitiva della legge.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it