Le donne in politica, basta perdere altro tempo

Venerdì la svolta rosa dei Riformatori sardi prenderà forma. A Oristano, nella sede di via Canalis 19 alle

17, si terrà l’assemblea regionale Donne del Movimento. Un appuntamento importante, fortemente voluto dal partito, altra tappa del cammino di r

innovamento impressa dai Riformatori.

Del resto, la lettera che il leader dei Riformatori sardi, ha inviato alle donne del partito e non solo, è chiarissima. “Voglio, semplicemente, affermare – scrive Fantola nella lettera che pubblichiamo integralmente nella rubrica Chiacchiere politiche – che la vostra assenza dal palcoscenico della politica sarda è un “lusso” che, oggi, la nostra terra non si può più permettere e fare ,concretamente, tutto il possibile perché noi Riformatori siamo conseguenti a questa convinzione”.

Insomma, una “battaglia liberale e riformatrice e noi, che apparteniamo ad un piccolo partito che, per tradizione, si inquadra nell’area democratica e liberale, e che per definizione vuole essere riformatore, non possiamo che combatterla in prima linea”, si legge nella lettera-invito. Ed per questi motivi, che l’Associazione al femminile che sta nascendo si batterà consentire alle donne di poter essere protagoniste nella politica sarda”.

Esattamente gli stessi concetti espressi dalla coordinatrice dell’Associazione, Gesualda Siracusa. “La nostra è una grande battaglia di libertà – sottolinea – vogliamo lavorare per far sì che le donne siano realmente protagoniste della vita politica al pari degli uomini. E questa battaglia la dobbiamo combattere innanzitutto nel campo femminile, evitando sterili richieste, ma facendo sì che le donne siano messe nelle condizioni sociali di poter dare il loro indispensabile contributo nella vita pubblica”. Dello stesso avviso Noemi Migliavacca, anche lei tra le animatrici del Movimento. “L’appuntamento di Oristano rappresenta un punto di partenza per avere più donne in politica. Finalmente partecipiamo, non siamo più passive ma facciamo politica politica vera, da protagoniste”.

Da venerdì, dunque, si parte con un nuovo obiettivo. Da centrare, per il bene dei sardi e della Sardegna: più donne per un nuova politica.

2 commenti su “Le donne in politica, basta perdere altro tempo”

  1. Cinzia

    Bisogna dare atto ai Riformatori di aver sempre coinvolto le donne, anche in posizioni di rilievo, in percentuale molto maggiore rispetto ad altri partiti…

  2. Francesco

    Le donne hanno un’attenzione ai problemi e una sensibilità di cui la politica ha bisogno.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it