I Super Partes in Consiglio: non tradire i sardi

Una delegazione del Comitato dei “SUPER PARTES” dei Referendum ha incontrato il Presidente della Commissione Riforme, Paolo Maninchedda, per chiedergli conferma di una forte e immediata azione rivolta a garantire il risultato del voto.

La delegazione era composta da Massimo Deiana, Preside della Facoltà di Giurisprudenza di Cagliari, Bruno Troisi, docente universitario nella stessa facoltà di Giurisprudenza, Giorgio Piras, avvocato, esperto di diritto amministrativo, Aldo Accardo, docente universitario e Presidente della Fondazione Siotto,  Silvano Tagliagambe, docente universitario, Maria Antonietta Mongiu, archeologa, Antonella Siragusa, Presidente delle Donne Dirigenti d’Azienda, Maria Del Zompo, docente universitaria, Giorgio Valdes, già Direttore dell’Assessorato Regionale al Turismo, Giuseppe La Sala,

giudice tributario, Gaetano Di Chiara, scienziato e docente universitario, Pietrina Chessa, Presidente dell’Associazione Operaia di Cialis cost 20mg Mutuo Soccorso di Iglesias.

Nel corso dell’incontro, i SUPER PARTES hanno sottolineato la natura assolutamente al di fuori da qualsiasi schema politico (e pertanto “al di sopra delle parti…”) del Comitato stesso, che nasce esclusivamente per garantire gli interessi dei 525.000 sardi che hanno votato i referendum del 6 maggio.

I SUPER PARTES non intendono certo mettere in discussione l’attività propositiva e legislativa del  Consiglio Regionale, a cui spetta  per intero il compito di indicare le soluzioni migliori per dar corso alla volontà referendaria: chiedono però di incontrare la Commissione Autonomia per avere la certezza che sia pienamente interpretato lo spirito del risultato referendario.

I SUPER PARTES ribadiscono infine l’esigenza dei sardi di avere quanto prima decisioni rapide e coerenti dal Consiglio Regionale, che consentano di far partire subito il percorso di cambiamento di cui oggi, in Sardegna, si sente straordinario e urgente bisogno.

zp8497586rq

2 commenti su “I Super Partes in Consiglio: non tradire i sardi”

  1. Riccardo

    Speriamo che il Consiglio Regionale tenga conto della volontà dei tanti sardi che hanno votato i referendum…

  2. Monica

    Ben venga questo gruppo di esperti, dovrà fare un po’ di pressione ai nostri politici!

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it