Via i cda degli enti: ecco la proposta di legge

Via tutti i consigli di amministrazione di enti, agenzie regionali, società partecipate dalla Regione: è questa la proposta di legge che i Riformatori sardi (primo firmatario Franco Meloni) hanno presentato in Consiglio regionale. Il testo (cinque articoli), hanno spiegato in una conferenza stampa il capogruppo Attilio Dedoni e i consiglieri regionali Franco Meloni e Pierpaolo Vargiu, è la risposta tempestiva alla richiesta arrivata tramite i referendum di abolire tutti i consigli di amministrazione regionali.

Il primo articolo abroga tutti i consigli di amministrazione e tutte le funzioni passano ai direttori generali degli enti. Se l'ente è sprovvisto di direttore generale, tocca al presidente della Regione nominarlo entro trenta giorni dall'entrata in vigore della legge.

“Gli enti non devono essere e non lo saranno più il parcheggio degli elefanti, dei non eletti  – ha spiegato Dedoni, “l'elettorato, i sardi, ci hanno detto chiaramente che così non si può andare acanti e dunque adesso si deve cambiare sul serio”. Il modo è semplice, dice ancora Dedoni, “tagliando ciò che non serve e i consigli di ammini

strazione non  servono se non a sfamare i partiti e i politici. I referendum hanno mostrato il re nudo davanti alla gente e sta obbligando un Consiglio che si occupava solo di ordini del giorno e mozioni a fare riforme”.

“I sardi – ha aggiunto Franco Meloni – ci chiedono di tagliare, vogliono una politica più sobria e con i referendum ci hanno dato un'indicazione molto precisa. Niente più occupazione del potere ma competenze prima di tutto”. Per questo motivo, la proposta di legge stabilisce criteri rigidissimi per la scelta dei direttori generali.

Per Pierpaolo Vargiu è questo il momento per fare le riforme, un'occasione unica da sfruttare al meglio “Stiamo vivendo – ha detto – un momento straordinario, l'ondata referendaria ha colto di sorpresa la politica che ora è davvero obbligata a occuparsi di riforme. Noi non tradiremo la voglia di cambiamento”.

Per quanto riguarda le polemiche sollevate da qualcuno sul possibile caos che ci sarà nel momento dell'abrogazione delle leggi, Meloni ha spiegato che, così come del resto detto anche dai giuristi consultati dal Consiglio regionale, sarà sufficiente una leggina di poche righe per salvare Asl e circoscrizioni provinciali ai soli fini amministrativi ed elettorali. Poi il Consiglio, tempo qualche mese, farà quella riforma che organica che chiede l'elettorato.

In allegato la proposta di legge:  abolizione cda enti

zp8497586rq

3 commenti su “Via i cda degli enti: ecco la proposta di legge”

  1. Carlo

    Bravissimi, bisogna battere il ferro finché è caldo! E voi vi state dando da fare per realizzare subito le riforme che abbiamo votato…

  2. Lorenzo

    Difficile quantificare, ma il taglio dei consigli d’amministrazione sarà decisamente un bel risparmio!

  3. Anna

    Un primo passo importante per rendere concreto uno dei referendum, spero che diventi legge in tempi brevi.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it