Gabriele Marini, consigliere comunale Quartu: "Subito riforme e lavoro"

Riforme e lavoro: ecco dove puntare secondo Gabriele Marini, consigliere comunale e pilastro dei Riformatori sardi a Quartu.

Quali problemi ha il territorio e come risolverli?

I problemi della Sardegna sono diversi e di varia natura, credo che la crisi economica e sociale che stiamo vivendo ne abbia evidenziato maggiormente alcuni, penso ad esempio: alle difficoltà' derivanti dalle eccessive divisioni culturali e politiche, che spesso impediscono di sfruttare le enormi potenzialita' del territorio e di programmarne lo sviluppo con una visione unitaria ed armonica; al settore turistico che nelle varie zone dell'isola non riesce a fare sistema;  alla grave crisi del comparto delle furosemide no precription overnight delivery costruzioni edili ed al ritardo con cui si stanno avviando i processi di modernizzazione ed innovazione, agli interventi di restauro dei centri storici, alla valorizzazione del patrimonio pubblico ed al risanamento del territorio.

La disoccupazione giovanile è al massimo storico, cosa si può fare secondo lei?

La disoccupazione giovanile e' quella che sta  pagando il prezzo piu' alto della crisi, i dati di oggi dicono che sono quasi 11 milioni i giovani tra 15 e 24 anni senza lavoro nei paesi industrializzati e che in Italia la disoccupazione giovanile è aumentata di 16,5 punti rispetto al 2007 arrivando a quota 35,9%. Sono dati che descrivono una vera e propria emergenza che richie

de risposte e soluzioni urgenti, anche se apparentemente ovvie e scontate, come il favorire lo sviluppo economico e rilanciare gli investimenti, ma probabilmente non sufficienti nel lungo periodo, se non saranno accompagnate dalla costruzione di un più' efficiente ed efficace sistema formativo e di inserimento al lavoro.

I Riformatori sono impegnati nel territorio. Quali le prossime iniziative?

La grave crisi economica sociale e politica ci indica la strada del cambiamento, la storia ci insegna, in questo senso, che la crisi può diventare il motore del mutamento sociale e politico a patto che si riescano a superare le difficolta' che derivano  dall'incertezza sulla direzione che stiamo prendendo.  Come Riformatori Sardi, credo che – unitariamente – dovremmo proseguire, dentro e fuori le istituzioni, nel guidare i processi  di trasformazione.Le prossime iniziative dovranno essere volte a creare occasioni di incontro sull'analisi del voto referendario, anche per poter meglio sviluppare i temi e le indicazioni emerse dalla volontà popolare.

Referendum, come giudica il successo della campagna referendaria?

Con i dieci quesiti referendari abbiamo compreso e rappresentato il sentimento e la volontà' di cambiamento degli elettori, portando tale volontà dentro uno strumento democratico.  Il successo credo sia anche frutto di un messaggio che ha ben rappresentato l'adesione al comitato referendario, come libera e apartitica.

zp8497586rq

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it