La politica ha bisogno di competenza

di Roberto Frongia

Nei giorni scorsi le massime istituzioni politiche regionali hanno tuonato: bisogna prendere atto, questa politica ha fallito. Come non essere d’accordo? Tanto buonsenso meriterebbe una sana conseguente iniziativa: si dimettano, la Giunta e l’intero Consiglio.

Sono certo che così non sarà. La vicenda dell’Alcoa, della Rockwool, l’altissimo costo dell’energia, più in generale la crisi dell'industria Sarda, l’assenza di una qualsiasi politica sul credito e la mancanza di un progetto strategico di sviluppo, stanno portando progressivamente ad un drammatico impoverimen

to delle famiglie. I numeri sono terribili: oltre il 16% di disoccupati, senza ricordare la situazione in cui versano pezzi del territorio Sardo, come il Sulcis-Iglesiente,  mentre l'indice di povertà e' pari al 22%, ben 350.000 sardi, di cui 160.000 anziani.

Per questa ragione e' indispensabile riportare competenza, conoscenza e coscienza all'interno della politica. Il tema e' quello della Sovranità, dell'Autogoverno o Autodeterminazione delle risorse naturali a cui deve essere dato un significato legislativo, politico e amministrativo. Sovranità significa un nuovo rapporto con lo Stato e l'Unione Europea, significa una scelta decisiva sull'energia,  sui trasporti, sull'Agenzia Regionale delle Entrate, sul credito.
Per queste ragioni è indispensabile far nascere una classe dirigente responsabile in assenza della quale qualsiasi rivoluzione culturale, economica e sociale sarà irrealizzabile.

zp8497586rq
zp8497586rq

3 commenti su “La politica ha bisogno di competenza”

  1. Paolo

    Una riflessione amara ma realista

  2. Walter

    Spett.le Roberto
    condivido il grido d’allarme, ma è come svegliarsi da un sonno profondo durato tanti anni e scoprire che il mondo dove viviamo è diverso da quello che avevamo durante i nostri sogni. Non ho la ricetta però è già importante prendere coscenza del fallimento delle strategie politiche. Non è mai troppo tardi, però, prima di ogni buona intenzione bisognerebbe riportare la politica ad ‘una missione’ e non ‘ad un lavoro’, oltre che rimettere mani a quelle leggi regionali che sono di autolesionismo e non di sviluppo sostenibile.

  3. Giulia

    Ci sono tanti giovani preparati che fanno politica con passione e che potrebbero formare una nuova classe dirigente. E’ anche vero che spesso non trovano gli spazi adatti per esprimere le proprie idee.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it