Giuseppe Mellino consigliere provinciale di Sassari: i Riformatori per lo sviluppo

Quali sono i problemi principali del suo territorio?
Sono originario di un territorio tanto bello quanto martoriato dalle crisi, già perché proprio di molteplicità di crisi si parla, occupazionale, sociale, identitaria, politica: il Goceano che impronta il proprio sostentamento economico su una forma oramai superata di ruralità vive anzi sopravvive in una condizione deficitaria che non consente una visione rosea anche al più lungimirante fra gli ottimisti. L'isolamento geografico e la lontananza dai più importanti sbocchi verso l'esterno, quali porti ed aeroporti rende ancora più problematico l'investire su nuove idee di sviluppo che non siano esclusivamente improntate sullo sfruttamento delle  risorse già esistenti  e su pratiche oramai consolidate nel tempo quali quelle dell'assistenzialismo romano e quindi cagliaritano.

Un mare di problemi irrisolti, insomma….
Ma i problemi sono anche sociali. Viviamo su una polveriera pronta a brillare a causa del continuo arretramento dello stato che con una discutibile campagna di concentramento dei suoi avamposti nei centri demograficamente più importanti  quali scuole, presidi di forze dell'ordine, centri di servizi al cittadino, contribuisce come non mai ad indebolire e sfilacciare un tessuto sociale ormai logoro a quest

o poi si aggiunge il drammatico tassello della disoccupazione dovuta anche questa non solo a ragioni soggettive bensì anche ad una programmazione industriale ed economica negli anni addietro, che oggi ci porta a dover ripensare al nostro futuro e sopratutto a quello dei nostri figli. C'è la crisi che investe la politica quella che comunemente si fa nelle case per strada o al bar, quella che porta la gente a credere in qualcosa che non sia solo demagogia e applaudito populismo, quella che sa dove intervenire e programmare, quella fatta di scelte condivise e decisioni avallate dai più. Ecco la politica in cui credo e che sogno.

Quali le soluzioni a questi problemi?
In concreto bisognerebbe sfruttare di più la grande risorsa e opportunità che ci offre il fatto che nel nostro territorio esiste uno dei più antichi e rinomati atenei d'Europa, che proprio questi giorni festeggia il suo 450esimo compleanno, dovremmo trovare nuove sinergie con esso e puntare di più sull'innovazione tecnologica e sulla ricerca per poter sfruttare appieno le enormi potenzialità che il nostro territorio propone. Si deve obiettivamente partire dalle peculiarità delle zone che ci circondano e cercare in ogni modo di arricchirle e potenziarle perché solo così si crea quel famoso volano di sviluppo e benessere tanto agognato.

zp8497586rq

Un commento su “Giuseppe Mellino consigliere provinciale di Sassari: i Riformatori per lo sviluppo”

  1. franco

    Non ci sono più parti politiche nostre o loro. E’ tutto un casino.
    Se noi Riformatori ci intestardiamo a diffendere il nostro bidone saremmo bidonati dagli elettori. Bisogna creare qualcosa di nuova che vada ioltre gli schemi.
    Parlare di svilippo per il sassarese è una presa in giro. Stiamo andando a morire tutti.Cerchiamo di invertire la rotta senza avere il paraocchi a sinistra o a destra.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it