Elisabetta Medde coordinatrice cittadina di Iglesias:I giovani sono la nostra priorità

“La nostra priorità sono i giovani. Ed è su di loro che punteremo molto della nostra attività”. Il programma dei Riformatori di Iglesias è descritto in queste poche e semplici parole. Anche perché la neo coordinatrice cittadina, Elisabetta Medde, di giovani se ne intende impegnata com’è nel mondo della scuola.

Convincere i ragazzi a fare politica di questi tempi non è semplice….
Ma infatti il nostro obiettivo è ribaltare il modo di pensare. Non utilizzare i giovani ma essere al loro servizio. Avvicinare i giovani alla politica significa anche e soprattutto renderli protagonisti, parlare dei loro problemi, esaminarli con loro e assieme a loro trovare le giuste soluzioni.

E in che modo intendete agire?
Innanzitutto partendo da loro e coinvolgendoli. Apriremo un centro, il luogo lo abbiamo già trovato, li coinvolgeremo in tutto e per tutto. A Iglesias per i ragazzi c’è poco o nulla e invece sono loro il nostro futuro e su di loro dobbiamo puntare tutte le nostre carte.

Quali altri problemi affronterete?
Beh, la questione lavoro ovviamente. Il Sulcis sta vivendo una crisi estremamente forte, forse la peggiore di tutti i tempi. E poi la questione trasporti, perché il nostro territorio ora più che mai è estremamente isolato. Tutta la nostra attività politica sarà incentrata su Iglesias ovviamente ma anche sul territorio e il suo costante collegamento con Cagliari. Una sfida difficile ma che di sicuro vinceremo.

zp8497586rq

2 commenti su “Elisabetta Medde coordinatrice cittadina di Iglesias:I giovani sono la nostra priorità”

  1. Antonello Gregorini

    Elisabetta, a proposito di giovani, di protagonismo e di scuola di formazione politica ti segnalo l’esperienza dell’Urban Center di Cagliari, esperienza che mi ha visto coinvolto e che è stata una vera e propria scuola di formazione politica.
    http://www.facebook.com/UrbanCenter
    http://urbancenter.eu/
    Secondo me è clonabile in qualsiasi realtà. Unica cosa è che l’Urban Center cagliaritano ha avuto successo perché si è posto come terzo rispetto all’agone politico.
    Se volessi approfondire o hai bisogno di collaborazione puoi contattare il Centro Studi quando vuoi e tramite me. 335480888

  2. Vincenzo Atzeni

    Sono quarant’anni che dico che i giovani sono la nostra priorità. Sono stato giovane anche io. Non so quanti anni tu abbia ma posso assicurarti che è esistito un piano di rinascita della Sardegna per il quale abbiamo ricevuti 1000 miliardi delle vecchie lire. Anche allora si diceva che i soldi sarebbero dovuti essere spesi per creare ricchezza, posti di lavoro e quant’altro. Non fu così. Si spesero, SPERPERARONO costruendo fabbriche che non che non furono mai inaugurate. Si sperperò ad Ottana ed in altri posti – vedi la cartiera di Arbatax fallita prima ancora di essere costruita – perchè si era no illusi i sardi. Posso indicartene a decine. Sai chi dominò quei 1000 miliardi? Il signor Rovelli che, prima ancora farsi servire su un piatto d’aergento tutti quei miliardi, si comprò L’unione Sarda e La Nuova sardegna. Sai perchè gli acquistò? Per dominare l’informazione e mettere sotto scacco i politici isolani. Ci riuscì. così come riuscì a fare fallire un quotidiano quale TUTTOQUOTIDIANO di estrazione liberale perché riuscì a superare con le vendite, e grazie alle nuove tecnologie, i due quotidiani sardi. Io di quel quotidiano ne fui direttore editoriale e posso garantirti che conosco bene i fatti. Il signor Rovelli insieme a Flavio Carboni e altri, riuscirono a forzare la mano agli azioni di Tuttoquotidiano facendolo fallire. Queste cose sono la storia di un certo periodo. Le tue intenzioni sono buone ma i giovani necessitano di valori condivisi. E questi valori, noi riformatori possiamo garantirglieli purché si sia capaci di essere propositivi e ricordando a tutti la storia parassitaria della nostra Isola e della politica che è stata nefasta per tutti negli anni ’50.

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it