Referendum, firme consegnate: in primavera voteremo per i 10 quesiti

Sono state consegnate questa mattina alla cancelleria della Corte d’Appello di Cagliari le trentamila firme, raccolte in poco più di 20 giorni dal Movimento Referendario Sardo a sostegno della richiesta di dieci quesiti regionali per l’abolizione delle Provincie, l’elezione diretta del presidente della Regione e a seguito di primarie, la riduzione a 50 del numero dei consiglieri regionali e la creazione di un’assemblea costituente per riscrivere lo Statuto sardo.

Stamattina, i rappresentati del Movimento, guidati dai Riformatori Pierpapolo Vargiu e Massimo Fantola, hanno depositato gli scatoloni contenenti le firme che ora passeranno al vaglio dell’Ufficio regionale del referendum. L’obiettivo – ha spiegato Vargiu, capogruppo dei Riformatori in Consiglio regionale – è avere entro la fine di gennaio il decreto del presidente della Regione che indice il referendum. “Abbiamo accelerato i tempi della consegna delle firme – ha detto Vargiu – proprio per arrivare in tempo per indire il referendum a maggio, in concomitanza con le amministrative e il voto sul porcellum, in modo da non aggravare i costi della Regione”. All’iniziativa hanno aderito oltre 100 sindaci, 240 Consigli comunali ed esponenti dei vari partiti, da destra a sinistra. La raccolta di firme ha raggiunto il triplo delle sottoscrizioni necessarie. “E’ stato un successo travolgente – ha concluso Vargiu – che ha coinvolto uno schieramento trasversale. Abbiamo messo a disposizione dei sardi uno strumento importante per far sentire la loro voce, senza dover ricorrere a proteste di piazza o episodi di violenza”.

Un commento su “Referendum, firme consegnate: in primavera voteremo per i 10 quesiti”

  1. Pietro Porcella

    Una delle cose migliori che avete fatto. Continuate così !

I commenti cono chiusi

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it