Pierpaolo Vargiu “Con questi 10 referendum cambieremo la Sardegna”

Dieci referendum che possono davvero cambiare la Sardegna. Pierpaolo Vargiu, consigliere regionale dei Riformatori sardi è impegnato in prima linea nella raccolta delle firme. Senza risparmio di energie gira l’intera Isola al fianco degli amministratori locali e dei volontari che stanno organizzando banchetti in tutte le piazze della Sardegna. Servono 10mila firme. E Vargiu ne è convinto: possiamo farcela.

C’era bisogno dei referendum per cambiare la Sardegna? Il Consiglio regionale non c’è proprio per fare le leggi e le riforme?

La paralisi politico istituzionale in cui siamo, l’incapacità spesso dei partiti di decidere velocemente ci ha obbligati a questa decisione. Questi sono referendum che partono dal basso, con un comitato promotore fatto di amministratori locali e componenti della società civile. A questo comitato i Riformatori aderiscono con entusiasmo, anche perché i referendum fanno parte della nostra storia e sono nel nostro Dna.

Perché i sardi dovrebbero firmare?

I dieci referendum comprendono diverse questioni: abrogazione delle province, riduzione del numero e delle indennità dei consiglieri regionali, abolizione dei consigli di amministrazione del sottogoverno regionale, elezioni primarie per la scelta del Presidente della Regione e Assemblea Costituente per la nuova scrittura dello Statuto di autonomia della Sardegna. Sono questi i temi dei 10 referendum che possono davvero cambiare la politica sarda: le 10.000 firme di sottoscrizione, garantiranno ai sardi di poter esprimere la loro opinione nella primavera del 2012.

Come sta andando la raccolta delle firme?

I banchetti di raccolta firme per “I DIECI REFERENDUM per CAMBIARE la SARDEGNA” sono letteralmente presi d’assalto e in appena dieci giorni di raccolta si è già doppiata la boa di metà percorso: siamo oltre la quota delle cinquemila sottoscrizioni. Non è un traguardo di poco conto: ogni cittadino deve firmare in calce ben dieci quesiti referendari per cui in realtà le firme raccolte in pochi giorni sono più di cinquantamila. L’obiettivo è quello di arrivare prima di Natale alle 10.000 firme necessarie per ottenere i referendum. Insieme possiamo farcela.

Contattaci

Riformatori sardi
Coordinamento regionale
sede: Via Sant'Ignazio,30 - 09123 - Cagliari
telefono: 070 301131
Direzione Operativa: 070 6014279
email: info@riformatori.it