Insularità, successo oltre ogni aspettativa: Domenica si chiude la raccolta delle firme: ultima occasione per chi vuole sostenere la campagna

Domenica 9 settembre si chiude ufficialmente la raccolta firme. Dopodiché la battaglia si sposterà in Parlamento”. Così il presidente del Comitato per l’inserimento del principio di insularità nella Costituzione Roberto Frongia, nell’annunciare la conclusione della campagna per la sottoscrizione della proposta di legge di iniziativa popolare per l’inserimento del principio di insularità nella Costituzione.
Da oggi inizia il rush finale, saranno gli ultimi giorni in cui chi vuole sostenere la campagna potrà farlo apponendo la sua firma.
“Un successo senza precedenti: in migliaia si sono presentati ai tavolini – prosegue Frongia – per sostenere un diritto fondamentale per tutti i sardi”. La raccolta firme comunque proseguirà fino a domenica per poi spostare l’attenzione in Parlamento. “Mercoledì 26 settembre – prosegue Frongiale firme raccolte verranno ufficialmente depositate a Roma e di li’ inizierà la seconda fase di questa battaglia. La Sardegna dovrà dimostrarsi estremante compatta in questa battaglia vitale per le sue prospettive. E sarà in quel momento che lo capiremo davvero“.
Intanto, il Comitato accoglie con favore l’apertura da parte di Sinistra Italiana, per l’adesione al Comitato per l’insularità.
“Il comitato ringrazia Sinistra italiana per la sua adesione e il suo impegno, che conferma come in occasioni del genere si abbattano gli steccati e le barriere politiche – conclude Frongia. Anche per noi , come si dice nel comunicato di SI, l’auspicio è che “le pari opportunità siano la piattaforma da cui ripartire perché si attuino pienamente  la Costituzione e i valori che hanno dato vita all’Unione Europea”.