Dedoni (Riformatori): Incentivi alle imprese, la burocrazia è il vero freno allo sviluppo della Sardegna

“Il ciclo di audizioni tenuto in questi due giorni dalla Commissione
Bilancio ha evidenziato un dato che andiamo denunciando da tempo: èi nutile che la Giunta regionale metta a correre decine di milioni di
euro di incentivi alle imprese se le risorse non riescono ad arrivare
nel tessuto produttivo in un tempo ragionevole, che è quel lo dei mercati e non certo quello di una burocrazia che agisce sempre più come un frenoallo sviluppo della Sardegna”, dichiara il capogruppo dei RiformatoriSardi per l’Europa in Consiglio regionale, Attilio Dedoni.
“Due anni di attesa per un contributo sono un’eternità, ma è questo
il tempo che devono mettere in conto i più fortunati tra gli aventi
diritto”, sottolinea Dedoni. “I rappresentanti di tutti i comparti hanno
concordato nel ritenere positivi i bandi unificati T0, T1, T2 e T3, che
evitano di dover impostare procedure diversificate per ciascun sett     ore  e quindi costituiscono un elemento di semplificazione, ma si continua a scontare una lentezza che non è compatibile con la realtà in cui le imprese si trovano ad operare: quando finalmente i soldi arrivano a destinazione, le condizioni dei mercati sono radicalmente cambiate e le nostre aziende si trovano a dover competere portando avanti progetti ormai divenuti obsoleti. Se non si vuole correre il rischio divanificare gli investimenti della Regione, è necessario agire sullosnellimento delle procedure, coinvolgendo anche lo Stato e l’Unione Europea per quanto di loro competenza. I tempi di attesa per il rilasciodella certificazione antimafia, ad esempio, costituiscono spesso unostacolo che si ripercuote sull’intero procedimento, così come lo è larichiesta di produrre più volte la medesima documentazione, che risulta
già agli atti”.
“Se la Regione vuole onorare il suo ruolo di promotore dello
sviluppo economico dell’Isola, allora deve impegnarsi affinché i   tempi di erogazione degli incentivi siano notevolmente abbreviati e lerelative procedure rese più semplici, anche attraverso il confronto congli interessati prima della pubblicazione dei bandi”, conclude il
capogruppo. “Stanziare risorse senza definire un iter burocratico  taleda renderle efficaci significa sprecare ingenti quantità di denaro
pubblico, come purtroppo è stato fatto tante volte in passato e viene
ancora fatto oggi, e rinunciare a importanti possibilità di ripresa
economica e occupazionale per la Sardegna”.

/ In Comunicati Stampa / Tags: / By admin / Commenti disabilitati su Dedoni (Riformatori): Incentivi alle imprese, la burocrazia è il vero freno allo sviluppo della Sardegna