Cossa (Riformatori): CT1 Cagliari: Careddu conferma che a ottobre Cagliari sarà tagliata fuori dalla continuità territoriale

“L’assessore dei Trasporti Carlo Careddu oggi ci da tre certezze: 1) a 48 giorni dalla scadenza della continuità su Cagliari non c’è ancora nessun bando e nemmeno l’idea di come farlo; 2) sarà molto difficile che ci sia la proroga. Non si può dire che sia colpa di Careddu ma è evidente che il 22 ottobre avrà fine la continuità territoriale, e i voli da Cagliari torneranno tutti a libero mercato, che significa che le compagnie potranno volare quanto vorranno e ai prezzi che vorranno. Insomma, un disastro per tutto il meridione della Sardegna, quello che ha subito le conseguenze peggiori dalle politiche di questa giunta regionale.” Lo afferma il consigliere regionale dei Riformatori Michele Cossa. “La terza certezza è che con la CT2 – quella verso gli aeroporti minori, fondamentale per decongestionare Roma e Milano – siamo all’anno zero, cioè alle “interlocuzioni” con la Commissione europea; ma nei tre anni e mezzo che sono passati cosa è stato prodotto su questo fronte, a parte idee che definire fantasiose sembra oggi un triste eufemismo?” continua Cossa. “Il danno che si profila per la Sardegna e per i sardi è di entità spaventosa: studenti, persone che si spostano per motivi sanitari, per lavoro, per turismo, per questioni familiari saranno costretti a pagare somme molto elevate per i loro spostamenti, e tutto a causa unicamente dell’insipienza con cui la Regione ha gestito questa partita della Regione. Che in questo modo ha perso la credibilità che servirebbe al cospetto del Governo e dell’Unione europea per chiedere quei provvedimenti emergenziali che sarebero necessari quando si tratta di questioni vitali per l’unica era isola d’Italia”, conclude Cossa.