Cossa: Piena adesione alla manifestazione odierna. La nuova rete ospedaliera perpetua le sperequazioni

Siamo contrari alla proposta di rete ospedaliera formulata dalla Giunta Pigliaru, e presenteremo numerosi emendamenti per riportarla a razionalità ed equità” Lo dichiara il consigliere regionale dei Riformatori Michele Cossa. “Questa maggioranza come sempre fa le cose al contrario: ha tralasciato la cosa più importante, vale a dire la rete dei servizi territoriali e fissare il sistema di emergenza-urgenza (che sta aspettando da oltre due mesi la nomina del responsabile dell’AREUS, ferma a causa dei dissidi dentro il PD) e quindi, in base a queste due reti, definire la rete ospedaliera, l’aspetto più costoso e che maggiormente dipende dalle altre due”, continua Cossa.

“Il numero e la qualità delle strutture territoriali e di quelle ospedaliere è legato alla programmazione dell’offerta dei servizi definiti nella stesura delle reti. L’alternativa è quella di non fare la programmazione e affidare lo sviluppo del sistema all’equilibrio tra domanda e offerta dei servizi che si crea spontaneamente nell’evolversi e nell’incrociarsi delle diverse esigenze sotto il profilo sociale e tecnologico e anche del mercato, sia pure un mercato controllato come quello della sanità”, continua Cossa. “Non si può fare programmazione solo per dire di averla fatta o, peggio ancora, per giustificare a posteriori scelte già fatte sul piano politico e che con una corretta programmazione dei bisogni hanno poco a che fare