Grande trionfo dei Riformatori Sardi nei ballottaggi delle amministrative in Sardegna

I Riformatori hanno vinto le elezioni amministrative. Le hanno vinte da tutti i punti di vista. Hanno conquistato comuni importanti e confermato la presenza alla guida di città grandi. Con Selargius (dopo Sestu e Monserrato) ci confermiamo il terzo partito della Città metropolitana e conquistiamo la guida di due importanti comuni (Arzachena e Bari Sardo). Ottimo anche il risultato di Oristano e di Valledoria e San Sperate, dove abbiamo dato un contributo importante alla vittoria della coalizione. Un po’ in tutto il territorio eleggiamo nuovi consiglieri. Un grande incoraggiamento a mandare avanti il nostro progetto politico che si consolida e diventa riferimento essenziale in Sardegna, sia a livello locale che regionale.
Siamo stati fondamentali in questa straordinaria vittoria, unico partito “sardo davvero” che non si è mai piegato alle lusinghe del centrosinistra. Le nostre liste hanno lavorato con una passione e un entusiasmo mai viste prima, mettendo una seria ipoteca sulle prossime elezioni regionali. Adesso andiamo avanti con le primarie per la scelta del candidato alla presidenza della Regione. Il nostro obiettivo è liberare la Sardegna dalla cappa opprimente del sistema di potere del Pd e alla sua piccola politica distruttiva di assistenzialismo e clientelismo. Ma soprattutto vogliamo far ripartire la nostra Isola, restituire ai sardi speranza e prospettive.
La vittoria delle forze di opposizione alla giunta regionale e la grande affermazione dei Riformatori sardi ci dà la carica per un nuovo obiettivo: la liberazione della Sardegna da questo malgoverno di centrosinistra. Noi siamo pronti a governare la Regione e a mettere rimedio a tutti i danni fatti dalla Giunta Pigliaru.